Portale tematico della commissione Pari Opportunità del Comune di Feltre - sitemap

Regolamento della commissione Pari Opportunità comune di Feltre (BL)

COMMISSIONE COMUNALE PER LE PARI OPPORTUNITÀ


REGOLAMENTO


Articolo 1 - istituzione della commissione
È istituita presso il Comune di Feltre la commissione comunale per le pari opportunità tra uomo e donna, quale organismo permanente di consultazione, in base all’art. 18 dello Statuto;
La commissione è organo consultivo del comune nelle iniziative riguardanti la condizione femminile, per l’effettiva attuazione del principio di uguaglianza sancito dalla Costituzione, dalle leggi nazionali e dallo statuto;
La commissione comunale per le pari opportunità esprime il proprio parere su tutte le iniziative del Comune riguardanti le condizioni femminili.


Articolo 2 - funzioni della commissione
La Commissione si attiverà per formulare proposte finalizzate in particolare:

  1. a proporre azioni positive per le donne, al fine di rimuovere gli ostacoli che di fatto impediscono la realizzazione delle pari opportunità;
  2. a favorire iniziative di qualificazione e riqualificazione professionale della donna per agevolarne l'inserimento nel mondo del lavoro;
  3. alla promozione e svolgimento di indagini e studi sulla situazione della donna e sui problemi relativi alla condizione femminile nell’ambito del territorio comunale, con particolare riferimento agli aspetti del lavoro e della formazione professionale e con la finalità di favorire ed incrementare l’utilizzo dei servizi sociali alle donne principalmente rivolti, anche con l’obbligo da parte dell’amministrazione comunale di consultare la commissione stessa durante l’approntamento di tali servizi;
  4. alla diffusione dei risultati delle indagini di cui al seguente articolo e segnalazione all’Amministrazione delle situazioni di disparità con proposte atte ad eliminarle;
  5. a porre in atto ogni intervento che si proponga di favorire ed agevolare l’ingresso femminile nelle professioni e ai livelli nei quali tale presenza risulti carente.

 

Articolo 3 - composizione e nomina della commissione
La commissione è così composta:

  • Sindaco, o suo delegato;
  • n. 6 membri , di cui n. 3 in rappresentanza della maggioranza e n. 3 in rappresentanza della minoranza, nominati dal Consiglio Comunale. I componenti la Commissione, la cui maggioranza deve essere costituita da donne, vengono scelti tra persone in possesso di competenza ed esperienza negli ambiti di intervento della commissione medesima. Nella votazione ciascun consigliere può esprimere un solo nome.

 

Articolo 4 - funzionamento della commissione
La commissione dura in carica fino alla scadenza del Consiglio comunale e opera fino alla nomina della nuova commissione.
La commissione si riunisce, su convocazione del presidente, almeno 2 volte all’anno. Le sedute sono valide quando sia presente la metà dei componenti.
I componenti della commissione decadono dalla nomina a seguito di tre assenze ingiustificate dalle sedute della commissione.


Articolo 5 - presidenza della commissione
La prima seduta della commissione è convocata dal sindaco per l’elezione, nel proprio seno fra i membri eletti, del presidente e del vice presidente.
L’elezione avviene distintamente e per schede segrete. È eletto presidente o vice presidente chi ottiene la maggioranza assoluta dei componenti la commissione. Qualora dopo due votazioni consecutive nessuno abbia ottenuto la maggioranza, si provvede ad una terza votazione e risulterà eletto chi ha ottenuto la maggioranza dei voti e a parità dei punti il più anziano di età.
Spetta al presidente:

  1. convocare la commissione;
  2. presiedere le riunioni della commissione;
  3. proporre l’ordine del giorno delle riunioni della commissione;
  4. promuovere l’attuazione delle iniziative approvate dalla commissione.

Il presidente è tenuto a convocare la commissione ogni qual volta lo richieda un terzo dei suoi componenti.


Articolo 6 - strutture operative
La commissione ha sede presso il municipio. Per l’esperimento delle sue funzioni si avvale di dipendenti comunali, con funzione di segretario, messi a disposizione dall’amministrazione comunale.


Articolo 7 - relazione e programma annuale
La commissione presenterà al Consiglio comunale tramite il proprio presidente, il proprio programma annuale entro il 30 settembre di ogni anno. Sulla base delle indicazioni della commissione, il consiglio comunale contestualmente all’esame della relazione, approva un programma di iniziative in materia di pari opportunità fra uomo e donna, determinando obiettivi, priorità e i mezzi per attuarli.


Articolo 8 - disposizioni finanziarie
Nel bilancio di previsione del Comune verrà istituito un apposito capitolo denominato “spese per la realizzazione delle pari opportunità”.

 


Questo testo tiene conto delle modifiche apportate con deliberazione del Consiglio Comunale n.85 del 10 settembre 2007.