Portale tematico della commissione Pari Opportunità del Comune di Feltre - sitemap

relazione attività 2017-2018

 

RELAZIONE ATTIVITA’ COMMISSIONE PARI OPPORTUNITA'

2017-2018

 

Dacci un taglio - Giornata internazionale contro la violenza sulle donne 2017 25 Novembre Giornata Internazionale contro la     violenza sulle donne:

DACCI UN TAGLIO

da VENERDÌ 24 a mercoledì 29 NOVEMBRE: DACCI UN TAGLIO
Il 25 novembre è stato scelto nel 1999 come Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.
Per l'occasione, la Commissione per le Pari Opportunità della Città di Feltre ha proposto il progetto "Dacci un taglio":  vari appuntamenti legati insieme dal tema della violenza psicologica.

Venerdì 24alle 20.00, Sala Convegni dell'Ospedale di Feltre: VIOLENZA DI GENERE: MITI E REALTÀ. PARLANO LE RAGAZZE DI RESPECT EQUALITY
Respect Equality è un progetto promosso dall'Associazione Belluno Donna allo scopo di coinvolgere i giovani nella prevenzione e sensibilizzazione sul tema della violenza di genere. Le ragazze del progetto, affiancate da Francesca Quaglia, hanno presentato il risultato del progetto e le loro osservazioni.

Sabato 25alle 21.00, Teatro de la Sena: POLVERE. DIALOGO TRA UOMO E DONNA
Il terzo appuntamento della rassegna teatrale "Far Sena par Sisto" dedicato al tema della violenza sulla donna. Dopo aver girato più di 50 teatri e vinto numerosi premi nazionali, è arrivato a Feltre lo spettacolo "Polvere. Dialogo tra uomo e donna" presentato dalla Compagnia Scena Verticale, fondata a Castrovillari (CS) da Saverio La Ruina uno dei principali attori di teatro civile in Italia. La sua magistrale interpretazione, in questo spettacolo accanto all'attrice Cecilia Foti, mostra, in un'escalation di pressione psicologica, come da piccoli gesti e sopportazioni si instauri lentamente un rapporto di coppia malato. Illuminante nell'atmosfera claustrofobica che sa creare, con linguaggio in apparenza semplice ma studiato nei dettagli, lo spettacolo insinua lentamente nello spettatore un tangibile crescendo di disagio ed esasperazione: un pugno allo stomaco ma assolutamente da vedere per la sua potenza espressiva.

Domenica 26alle 17.00, Sala Unisono: "LA MANSARDA" DI MARLEN HAUSHOFER
Le donatrici di voce del CILP (Centro Internazionale del Libro Parlato) Annunciata Olivieri, Anna Branciforti e Maria Teresa Totti hanno letto "La mansarda" della scrittrice austriaca Marlen Haushofer. Un romanzo che affronta il tema del disagio femminile all'interno dell'istituzione familiare, allo scopo di promuovere una riflessione.

L'ultimo appuntamento con il progetto "Dacci un taglio" è stato il convegno organizzato alla Sala Convegni dell'Ospedale di Feltre mercoledì 29 novembre alle ore 18.00 che ha approfondito il tema "Le cause della violenza degli uomini sulle donne".

 

  Giornata mondiale contro l’Aids 2017

1 DICEMBRE 2017, IN COLLABORAZIONE CON ASSOCIAZIONE LA STELLAPOLARE PRESIDIO INFORMATIVO IN LARGO CASTALDI alle ore 18

Il 1° dicembre si celebra la Giornata mondiale contro l’Aids, ovvero l'occasione per sollecitare più persone possibili a impegnarsi nella lotta contro l’Aids e dimostrare così la loro solidarietà con le persone affette da HIV.

In tutto il mondo vivono con il virus HIV circa 36,7 milioni di persone, di cui circa 19,5 milioni hanno accesso a una terapia antiretrovirale. Sono 2,4 milioni in più rispetto al 2015 e quasi 12 milioni in più rispetto al 2010. A livello mondiale si registra una leggera tendenza al ribasso dei nuovi contagi. Nell’Africa orientale e in Sudafrica, il numero dei nuovi contagi negli adulti è diminuito notevolmente, mentre nell’Europa dell’Est e nell’Asia centrale i numeri sono in netto aumento. Nonostante tutti i chiarimenti, le persone sieropositive continuano a lottare contro pregiudizi e discriminazione. Ne sanno qualcosa anche le circa 20 000 persone sieropositive in Svizzera. Mobbing e licenziamenti sul posto di lavoro, outing sui social media e in ambito privato, rifiuto di pagare le terapie, barriere sulla via dell’indipendenza, comunicazione illecita a terzi sono solo alcune discriminazioni che le persone sieropositive devono affrontare quotidianamente. Eppure, da quando è stato pubblicato per la prima volta nel 2008 lo Swiss Statement, è chiaro che le persone sieropositive che seguono una terapia efficace non sono più contagiose. Grazie alla terapia efficace la carica virale non è più rilevabile e il rischio di trasmettere l’HIV è praticamente inesistente.

 

-         Natale in Rosa SABATO 23 DICEMBRE 2017 alle 19.30, al Palaghiaccio di Feltre: NATALE IN ROSA

Sabato 23 dicembre 2017 alle 19.30, al Palaghiaccio di Feltre, la società di pattinaggio artistico Feltre “PAF”, ha presentato il saggio di Natale. Il tema dello spettacolo è stato quello delicato e attuale della lotta alla violenza sulle donne, allo scopo di sensibilizzare le coscienze della comunità e, soprattutto, delle giovani atlete che si apprestano a diventare le donne di domani.

L'evento ha ricevuto il patrocinio della Commissione Pari Opportunità del Comune di Feltre, ed è stato organizzato in collaborazione con l'associazione BellunoDonna, a cui è stato devoluto il ricavato della serata.

 

-         14 FEBBRAIO 2018 14 febbraio 2018 -    One Billion Rising  - Piazza Maggiore

Flash Mob #noviolenzasulledonne, , letture e interventi vari per la solidarietà contro la violenza, la discriminazione e lo  sfruttamento delle donne.

Danza al ritmo della canzone“BREAK THE CHAIN “ -   "Basta scuse, basta abusi, è ora di spezzare le catene!" questa una delle frasi della canzone.

Anche quest’anno la parola d’ordine di One Billion Rising è stata SOLIDARIETÀ: solidarietà contro lo sfruttamento delle donne, solidarietà contro il razzismo e il sessismo ancora presente in tutto il mondo. Infatti non c'è nulla di più potente della solidarietà globale, perché questa ci fa sentire più al sicuro nell'esprimere quello che pensiamo e ci dà più coraggio nell’intraprendere quello che ci impegniamo a fare. L’obiettivo diventa quindi ottenere l’attenzione, il coinvolgimento e l’impegno delle istituzioni affinché vengano attuate forme di prevenzione e di controllo, oltre che politiche sociali ed educative per contrastare il fenomeno della violenza in ogni sua declinazione.


Infatti la Commissione pari Opportunità si è sempre dimostrata molto sensibile a queste tematiche, proponendo iniziative a supporto delle stesse.

Abbiamo invitato tutta la cittadinanza ad unirsi a noi con la danza del flash mob e l'appuntamento del 14 febbraio  ci ha trovato  ancora insieme, solidali, per dire no alla violenza e chiedere diritti, parità, rispetto. 

 Abbiamo festeggiato anche l'Amore Universale, perché nonostante l’approvazione della legge sulle unioni civili, purtroppo ci sono ancora molte discriminazioni e questo evento, molto significativo, serve per rafforzare il valore dell’amore e dell’uguaglianza ,  senza distinzioni di sesso e di etnia,  contro qualsiasi forma di emarginazione.

A seguire presso il Bandalarga , Lo spettacolo ‘Oltre Ogni Confine’, interamente ideato da Luca De Paoli e Carmine De Sanctis (Poeti In Libertà) e già presentato più volte nel corso degli ultimi due anni. Anche quest’anno abbiamo celebrato attraverso il già collaudato connubio di musica e poesia, ogni forma di Amore: eterosessuale, omosessuale, interrazziale.

La rappresentazione dei due artisti, uniti nell’arte e nella vita, vuole lanciare anche un messaggio di tolleranza e rispetto globale nei confronti dell’umanità intera, senza barriere di alcun genere; da qui la scelta del titolo ‘Oltre Ogni Confine’e la selezione di apposite poesie e canzoni accomunate dal concetto di Amore Universale.

 

-          8 marzo 2018 - Per la Giornata Internazionale della Donna, la Commissione Pari Opportunità e l'Amministrazione Comunale hanno organizzato il concerto di:

FRANCESCA ROMANA PERROTTA -   CANTA LE DONNE SENZA VOCE

Francesca Romana Perrotta segue un “filo rosso” che lega tutte le sue canzoni: la femminilità, nei suoi aspetti più reconditi, ancestrali, discussi ed ambigui.

Un appuntamento di grande spessore artistico, in cui la musica e le parole dell'artista dipingono i suoi “ritratti di signora”, personaggi femminili intriganti e inusuali a cui Francesca dà finalmente voce.

Una Biancaneve inedita che specchiandosi vede il suo alter ego, Eva oppure una Maria Maddalena innamorata, una piccola regina rinchiusa in una torre accusata ingiustamente di follia: Giovanna la pazza. Poi Salomè, Francesca da Rimini, una tarantolata, Penelope...

Questi brani sono volti a sostenere l’impegno sociale, da tempo intrapreso dall’autrice, nei confronti delle donne sfruttate o incomprese e delle loro storie spesso dimenticate: la canzone d’autore, come elemento di cultura e non solo come mero intrattenimento, bussa alle porte della nostra coscienza attraverso uno spettacolo musicale trascinante e incantato.

Altro appuntamento:

 

7 marzo incontro con la fumettista Takoua BenMohamed, nasce a Douz città del sud della Tunisia, 23 anni fa. Oggi vive a Roma e studia a Firenze. Ma il suo viaggio inizia dalla porta del Sahara e dal silenzioso deserto, è da lì che ha scelto di raccontare il mondo.

Dopo otto anni di vita a Douz si trasferisce in Italia per raggiungere il padre, ex rifugiato politico. Dalla Tunisia porta con sé la sua matita e con i suoi disegni comincia a comunicare con i compagni e le maestre. Oggi studentessa dell’Accademia di cinema d’animazione e arti digitali a Firenze, si dedica inoltre all’attività di volontariato nelle associazioni umanitarie.

Ideatrice del fumetto intercultura, attraverso il quale racconta storie vere di discriminazione e pregiudizio, cattura i lettori con la sua carica emotiva a tratti tenera, spesso ironica e a volte eversiva, i suoi fumetti insegnano il valore del rispetto e della libertà, fatta di facce e personaggi, religioni e culture diverse, tradizioni e storie di persone che subiscono discriminazioni quotidianamente. 

 25 MARZO 2018 – Marcia contro il Razzismo

Il 21 marzo si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale contro il Razzismo, istituita dalle Nazioni Unite nel 1966.

Anche quest’anno la Commissione Pari Opportunità di Feltre ha organizzato per la quarta volta, una Marcia con partenza da Largo Castaldi per poi proseguire per Via Mezzaterra, con tre tappe: Piazza Trento e Trieste, Piazzetta Jacopo Odoardi e Piazzetta Filippo De Boni.

Durante la Marcia ci sono stati alcuni interventi e letture contro la discriminazione etnica che si sono conclusi, sotto il Loggiato del Comune, dove sono proseguiti tutti gli altri interventi delle varie Comunità ed Associazioni partecipanti all’evento, con il saluto da parte dell’Amministrazione.

Il razzismo è la paura del diverso e si sente nel momento in cui non vi è conoscenza dell'altro, ma nel momento in cui vi sono pensieri, sentimenti e azioni nati da pre-giudizi.

Quello che la commissione ha cercato di fare è scardinare questa paura indotta che crea soltanto odio e guerra, infondere fiducia, condivisione, collaborazione, costruzione, aprire spazi di libertà della mente partendo dalla vita quotidiana. Sconfiggere l'ignoranza proponendo la ricerca, la curiosità di conoscere: si ha paura di ciò che non si conosce. Il razzismo è la negazione della diversità, è l'annientamento del dialogo è la negazione e il rifiuto della realtà. Siamo razzisti in qualsiasi momento in cui non accettiamo la diversità di chi ci sta accanto, non solo di un colore di pelle diverso dalla nostra, non solo di una cultura diversa dalla nostra, ma anche di una disabilità, di una tendenza sessuale diversa dalla nostra, se si combatte la diversità si combatte contro l'umanità stessa, contro qualsiasi diritto, contro l'amore.

 

 

 17 maggio 2018 - Giornata Internazionale contro l’Omotransfobia

 

Il 17 maggiosi celebra in tutto il mondo, la Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia, istituita nel 2007 dall’Unione Europea per condannare le discriminazioni che subiscono le persone sulla base del loro orientamento sessuale.

La data scelta vuole ricordare quella del 17 maggio 1990, data in cui in cui l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) eliminò l’omosessualità dalla lista delle malattie mentali. In un mondo in cui l’orientamento sessuale è ancora motivo di atteggiamenti di odio e discriminazione, è sempre più importante essere in grado di prendere una posizione per la difesa del diritto, per tutti, di amare.

La Commissione ha riproposto, in collaborazione con l’Associazione Stella Polare, la Biblioteca vivente, che si è tenuta in piazza Maggiore in data20 maggio 2018. La Biblioteca Vivente è nata come esperienza di dialogo interculturale per poter conoscere realtà di vita diverse dalla propria. Consente di sperimentare sulla propria pelle il superamento del pregiudizio nei confronti del “diverso da sé”, contribuendo a creare una cultura più aperta e disponibile al dialogo, che non discrimini le persone in base alla loro origine etnica, alla religione, alle convinzioni personali, al genere, all’orientamento sessuale, all’età o alla condizione di disabilità.

Una Human Library funziona come qualsiasi biblioteca: ci sono i libri da prendere in prestito, il catalogo dei titoli disponibili, i bibliotecari e una sala lettura con sedie e tavoli per la consultazione, e infine lettori e lettrici. I libri sono però persone in carne ed ossa che si assegnano un titolo a partire da un aspetto della propria identità, che spesso le porta a subire pregiudizi e discriminazioni. Ogni lettore può prenotare un libro a scelta dal catalogo per una conversazione di circa mezz’ora, durante la quale i libri raccontano la propria esperienza di vita rispondendo alle domande poste dai lettori. L’idea è nata nel 2000, lanciata dall’Associazione danese “Stop alla Violenza” e ripresa dal Consiglio d’Europa durante la campagna “Tutti uguali e tutti diversi” contro le discriminazioni.
La Biblioteca Vivente è un nuovo modo di vivere i libri. Ma soprattutto è un metodo innovativo, semplice e concreto per promuovere il dialogo, ridurre i pregiudizi, rompere gli stereotipi e favorire la comprensione tra persone di diversa età, sesso, stili di vita e background culturale.
L’iniziativa ha avuto un enorme successo, e dal 2003 è stata riconosciuta dal Consiglio d’Europa come buona prassi, e come tale incoraggiata. Da allora è stata esportata in tutto il mondo con grande successo.

Gli obiettivi di questa iniziativa sono:
- informare e sensibilizzare sulle tematiche connesse alle identità multiple, agli stereotipi e pregiudizi, alle discriminazioni;
- educare alla realtà interculturale, promuovendo una convivenza basata sulla conoscenza ed il rispetto delle diversità;
- presentare e far vivere la diversità come un valore aggiunto e un arricchimento della comunità locale”.

La Biblioteca Vivente offre ai lettori l’opportunità di entrare in contatto con persone con cui difficilmente avrebbero occasione di confrontarsi. L’incontro rende concreta ed unica la persona che si ha davanti, che smette quindi di essere percepita come rappresentante di una categoria sulla base di una generalizzazione, ma viene riconosciuta nella sua unicità, una persona che non rappresenta nessuno se non la propria esperienza e storia.

 

 

 FEMMINISTE  - UNA STORIA DI OGGI di Antonella Selva 15 Giugno 2018- Presentazione del libro e inaugurazione della mostra:  Femministe – Una storia di Oggi di Antonella Selva

Una selezione di 18 tavole illustrate tratte dal romanzo a fumetti di Antonella Selva, una storia di oggi basata su una storia vera.

Le tre protagoniste, diverse per cultura, età, provenienza e classe, sperimentano nell’incontro con l’altra l’effetto straniante dell’impatto con modelli differenti di protagonismo femminile.
Irma ha quasi 60 anni, un passato di lotte di piazza e un impiego da insegnante in un istituto superiore di Bologna.
Hayat ha 30 anni, viene da un piccolo paese del Marocco e cerca un lavoro per sostenere la famiglia.
Afkar ne ha 17 ed è nata in Italia da una famiglia marocchina.
Le loro tre storie si intrecciano, si equivocano, si scontrano, e, forse, le aiuteranno a capirsi.

La mostra è rimasta esposta dal 15 al 25 giugno.

Antonella Selva, nata a Bologna nel 1960, è stata consigliera comunale dal 1992 al 1999. Da anni si occupa di progetti di sviluppo in Marocco e di integrazione interculturale in Italia con l’associazione italo-marocchina Sopra i Ponti. All’attivo ha due pubblicazioni collettive con il gruppo Expris Comics dove usa il fumetto per raccontare storie di migrazioni e di viaggio.

PERCORSI - INCONTRO CON L'AUTRICE GIOVANNA TONIOLO 25 ottobre 2018 – Mese della salute della Donna – Incontro con l’autrice di “Percorsi” Giovanna Toniolo.

La Cpo ha deciso di organizzare questo evento, la presentazione del libro Percorsi di Giovanna Toniolo, perché il testo stesso, il suo contenuto e l’autrice racchiudono in sé tematiche care agli obiettivi, che questa commissione in continuità con la precedente si è sempre posta.

L’appuntamento si inserisce nell’ambito degli eventi dedicati ad “Ottobre, Mese della salute della Donna”

Innanzitutto il dare voce alle donne, alla loro creatività, alle loro storie di vita, alle loro passioni, sembra scontato, ma ancora oggi se guardiamo i testi di letteratura delle scuole superiori si fatica a trovare lo spazio dedicato a scrittrici e poetesse donne.

Pensando a questa scrittrice ma a tante come lei, la Cpo vuole invece valorizzare e incoraggiare la voce delle donne.

L’altro tema caro alla CPO e che è presente trasversalmente nel libro, riguarda le storie delle persone, delle loro sofferenze dei loro dolori psichici e dei loro modi per affrontarli. Perché anche quando si parla di salute mentale e di sofferenza psichica si parla di pari opportunità.

Il testo di Giovanna Toniolo permette di avvicinarci a queste storie con grande sensibilità in punta di piedi senza giudizi ma solo per osservarle e raccontarle.

E il racconto, il mettere in parole questi dolori ha una doppia valenza: farli conoscere e riconoscere  all’esterno e una valenza terapeutica  per chi scrive.

Raccontare il dolore permette sia a chi scrive sia a che ne fruisce di trovare un alleggerimento, una rappresentazione di nominare qualcosa che fino a prima era innominabile sconosciuto e in quanto tale, spaventoso e angosciante.

Una serata questa organizzata dalla Cpo, che ha voluto essere un’occasione per toccare questi temi valorizzarne gli aspetti positivi e trasformativi, sempre in un’ottica di pari diritti e pari opportunità.

Sguardi sulla maternità tra complicità e complicazioni   22 novembre 2018 – Sguardi sulla maternità tra complicità e complicazioni

La Commissione pari Opportunità ha organizzato questo evento per sensibilizzare la cittadinanza sulla complessità psicomotiva che riguarda la gravidanza e la maternità, con l'obbiettivo di migliorare la qualità della vita della donna.
E’ molto importante porre l'accento anche sulle sofferenze psicologiche che un evento così bello può portare con se.
La maternità è certamente uno degli eventi maggiormente sconvolgenti per la donna, la coppia e la famiglia che da essa viene a costituirsi. Essa può facilmente assumere una connotazione positiva di cui non è difficile parlare e a cui tutti vorremmo sempre riferirci; ma può anche assumere una connotazione negativa con sentimenti di profonda tristezza, ansia, solitudine, inadeguatezza, colpa e vergogna; non solo a livello individuale ma anche in ambito familiare e sociale dove tendenzialmente vengono negati.

Il dottor. Mesiano e il dottor. Semenzin hanno saputo parlare di questo tema e delle sofferenze psichiche che esso può comportare con grande competenza sensibilità e creatività.

 25 Novembre 2018 – Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

25 NOVEMBRE ORE 18 - Teatro de La Sena:
Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne:
L'Associazione Belluno-DONNA e LesMagots hanno proposto :
"Canzoni e parole raccontano le donne", nell'ambito della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne.
Il gruppo LesMagot è composto da: Barbara Padrin - Voce, Candida Capraro - Voce e flauto, Veronica Bronzato - Voce, Mosè Andrich – Pianoforte.

L'evento è stato organizzato dalla Commissione Pari Opportunità in collaborazione con il Comune di Feltre.


Quest'anno per la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne,  la Commissione Pari Opportunità in collaborazione con Belluno-DONNA ha proposto un momento di riflessione .

Attraverso letture e canzoni d’epoca magistralmente eseguite da LesMagots, il pubblico presente ha avuto l’opportunità di riflettere sulla condizione della donna dal fascismo fino ad oggi , anche attraverso le canzoni dell’epoca. E’ stato un connubio straordinario ed azzeccato che nulla ha tolto alla gravità e preoccupazione della condizione femminile e della violenza quotidiana che le donne subiscono. Ne è nato un messaggio particolare ma incisivo, diverso dalla consuetudine, che ha fatto capire come dal passato ci si possa liberare solo se si continua a mantenere alta l’attenzione e la lotta per rendere effettive le conquiste civili e politiche di libertà ed emancipazione che le donne hanno costruito con le lotte e i sacrifici.

 GIORNATA MONDIALE CONTRO L'HIV 2018 1 Dicembre 2018 – Giornata Mondiale contro l’HIV.

Il primo  dicembre si celebra la Giornata mondiale contro l’AIDS, la sindrome da immunodeficienza acquisita che da quasi 40 anni colpisce un gran numero di individui in tutto il mondo.
Nonostante gli enormi progressi compiuti nella ricerca il suo debellamento è ancora un obiettivo lontano.
Ciò che preoccupa gli esperti, oltre ai numeri delle casistiche, è la disinformazione diffusa anche tra le categorie maggiormente a rischio.
Per l’occasione , la Commissione Pari Opportunità e Lastellapolare , saranno presenti presso la Farmacia Comunale dell'Ospedale con un banchetto informativo per sensibilizzare il maggior numero di persone e per ricordare alla popolazione che le malattie sessualmente trasmissibili non rappresentano un rischio così lontano dalla realtà.

Inoltre la Commissione ha aderito in qualità di partner al progetto denominato: “Rete Formazione Violenza donne migranti e rifugiate” presentato dall’Associazione Belluno DONNA.

La presidente                                                            Feltre 28 gennaio 2019

Flavia Monego