Portale tematico della commissione Pari Opportunità del Comune di Feltre - sitemap

Relazione attività fine mandato 2017

 

RELAZIONE ATTIVITA’ COMMISSIONE PARI OPPORTUNITA'

Fine mandato    2017

 

 

La commissione per le Pari Opportunità ha organizzato per la giornata di San Valentino 14 Febbraio 2017 alle ore 18 in Piazza Maggiore a Feltre:
 L’Amore Universale con le piazzate d'Amore
"Porta il tuo cuore con chi ti sta a cuore"
PIAZZATE D'AMORE:
In tantissime città italiane, nel giorno della festa degli innamorati, migliaia di cuori con disegnato il segno dell’uguale vengono  al cielo per una foto di gruppo. Uguale, come uguale amore, uguali diritti.

Flash Mob #noviolenzasulledonne, con lamusicanonhaconfine. Flash mob un che si tiene tutti gli anni ,  nelle maggiori piazze italiane e nel mondo con l'Evento One Billion Rising Revolution.

Danza al ritmo dei tamburi con la musica di BREAK THE CHAIN ,   la canzone che accompagna tutti gli eventi del 14 febbraio in  tutto il mondo. 

Quest’anno la parola d’ordine di One Billion Rising è stata SOLIDARIETÀ: solidarietà contro lo sfruttamento delle donne, solidarietà contro il razzismo e il sessismo ancora presente in tutto il mondo. Infatti non c'è nulla di più potente della solidarietà globale, perché questa ci fa sentire più al sicuro nell'esprimere quello che pensiamo e ci dà più coraggio nell’intraprendere quello che ci impegniamo a fare. L’obiettivo diventa quindi ottenere l’attenzione, il coinvolgimento e l’impegno delle istituzioni affinché vengano attuate forme di prevenzione e di controllo, oltre che politiche sociali ed educative per contrastare il fenomeno della violenza in ogni sua declinazione.

ALLE ORE 19  al Bandalarga,  che ci ha ospitato  per una bellissima serata con il Live inedito di Luca De Paoli e Carmine De Sanctis "OLTRE OGNI CONFINE" .
Lo spettacolo ‘Oltre Ogni Confine’, presentato da Luca De Paoli e Carmine De Sanctis (Poeti In Libertà) si propone di celebrare, attraverso il già collaudato connubio di musica e poesia, ogni forma di Amore: eterosessuale, omosessuale, interrazziale.
La rappresentazione dei due artisti, uniti nell’arte e nella vita, vuole lanciare anche un messaggio di tolleranza e rispetto globale nei confronti dell’umanità intera, senza barriere di alcun tipo; da qui la scelta del titolo ‘Oltre Ogni Confine’e la selezione di apposite poesie e canzoni, proprie e di altri autori, accomunate dal concetto di Amore Universale.

 

 

 

La commissione per le pari Opportunità in occasione della giornata mondiale della donna ha organizzato alcune iniziative inserite nel progetto  #IOL'8OGNIGIORNO, assieme ai vari eventi presentati dall’amministrazione comunale e diverse associazioni del territorio.

 

La prima è stata una mostra fotografica dedicata a Elvira Cecchet,   una vita con due ti -

(tenacia e temperamento) attraversando emigrazione, lavoro femminile dall'ottocento agli anni sessanta, due guerre e  Feltre-Pedavena in motorino.

 

La Mostra è stata inaugurata il giorno 4 marzo alle ore 17 presso la Galleria Claudia Augusta.

Ed è stata esposta   fino al giorno 11 marzo.

 

8 marzo  2017, seconda iniziativa , in collaborazione con l'Associazione Dafne ,   uno spettacolo scritto e interpretato da Irene Casagrande, giovane attrice di Vittorio Veneto, promessa della televisione e del cinema.  Un monologo intenso e potente, un testo difficile e delicato che racconta la storia vera di oltre cinquanta bambine tra i 4 e i 12 anni vittime di abusi sessuali da parte di un maestro elementare di Trichiana (BL).

Lo spettacolo, commissionato dall’Associazione Dafne di Trichiana (BL) all’Accademia Teatrale Lorenzo Da Ponte di Vittorio Veneto diretta da Edoardo Fainello, è finanziato dal progetto europeo Daphne III ed è inserito tra le azioni del progetto SAVE, guidato dall’ULSS 9 di Treviso, che raccoglie partner italiani ed europei.

 

Terza iniziativa: 11 marzo ore 18,00 in collaborazione con  Unisono Jazz Restaurant Cafè

 Presentazione del libro “Se l'amore ferisce”

 Incontro  con gli autori Giuliana Franchini e Giuseppe Maiolo .

Se l'amore ferisce racconta di donne che hanno portato le loro storie nella stanza dove si dà voce al dolore, vite reali rielaborate dalla fantasia degli autori. In quelle storie, in cui lo psicologo può entrare solo in punta di piedi, ci sono le esistenze di tante creature ferite che hanno attraversato, per un tempo indefinito, l'umiliazione e la violenza, la solitudine e l'abuso, il tradimento e la trascuratezza. Il libro porta allo scoperto lacerazioni taciute, di cui spesso le vittime si vergognano, conservandole per anni chiuse dentro di sé, angosce che le fanno girare a vuoto in una perversa spirale difficile da rompere. Fino a non farcela più. Il dolore represso viene finalmente espresso, accolto ed elaborato, e può avere inizio una lenta cicatrizzazione che, passo dopo passo, permette di respirare con minor affanno.

 

Quarta ed ultima iniziativa in collaborazione con l’associazione Belluno donna, presentazione del libro” UN SENTIMENTO DI BENESSERE COLLETTIVO “
Il corpo-voce in musicoterapia. Prevenzione e promozione del benessere e della salute nell’esperienza delle donne.
conversazione con l’autrice  Anna Maria Civico .

17 marzo ore 20,30 Aula Magna Campus Tina Merlin.

 

 19 MARZO 2017 – Giornata Mondiale contro il Razzismo.

Quattro tappe per dire "no" al razzismo, in tutte le sue discriminazioni.

Sono quelle che hanno coinvolto il folto corteo umano, nella terza marcia contro il razzismo, organizzata dalla Commissione pari opportunità in collaborazione con l'Amministrazione Comunale,  associazioni e varie comunità residenti nel territorio.

Con assembramento a fianco del Duomo da dove il gruppo “Caratteri atipici” ha cominciato a leggere “Storie in valigia”, una rielaborazione di notizie di cronaca nera e riflessioni ad alta voce, sugli orrori della vita che coinvolgono i migranti forzati nel loro disperato tentativo di traversare mare nostrum e di inserirsi in una società ospite ma troppo spesso ostile.

Il sottofondo di tamburi etnici “Lamusicanonhaconfini” ha accompagnato il percorso fino al loggiato del municipio dove hanno preso la parola il sindaco Paolo Perenzin, alcuni esponenti delle comunità e associazioni partecipanti alla marcia ,  preceduti dalla presentazione di Flavia Monego, come Marco Fent (Federazione Assemble Rastafari in Italia , Alberto Botte (rete studenti medi Feltre),   Moustapha del coordinamento provinciale rete immigrati e Fofana, migrante del Mali, laureato in diritto internazionale e ospite a Santa Giustina con la cooperativa Dumia.

Percorso :
Duomo, metà scalette esterne, Piazzetta Jacopo Odoardi , piazzetta Filippo de Boni
Arrivo sotto il Loggiato del comune. Per concludere la manifestazione c'è stato il concerto con "lamusicanonhaconfini" e un ricco buffet multietnico preparato dalla comunità del Marocco

A fianco del loggiato c'erano vari stand espositivi e la cerimonia del Caffè Etiope.

La commissione ha concluso il proprio mandato dando il patrocino e la propria collaborazione negli eventi organizzati, in attesa della Festa dei Popoli, dall'amministrazione Comunale, la Casa dei Beni Comuni di Feltre e Laboratori di Cittadinanza:


CINEMAGGIORE - TERRE DEI POPOLI.
Prima proiezione:
mercoledì 12 aprile ore 20.45 presso Unisono Jazz Club
"Wallah-Je te jure " di Marcello Merletto
Le storie di uomini e donne in viaggio lungo le rotte migratorie dall'Africa occidentale all'Italia.
Il documentario racconta le storie di uomini e donne in viaggio lungo le rotte migratorie dall'Africa occidentale all'Italia, passando per il Niger. Villaggi rurali del Senegal, stazioni degli autobus e "ghetti" di trafficanti in Niger, case e piazze italiane fanno da sfondo a viaggi coraggiosi, dalle conseguenze spesso drammatiche. L'Europa è una meta da raggiungere ad ogni costo, "Wallah", lo giuro su Dio. Ma c'è anche chi, provato dalla strada, riprende la via di casa.
Seconda proiezione :
mercoledi 19 aprile ore 20.45 presso Unisono Jazz Club

"TIMBUKTU"  ISPIRATO A UNA STORIA VERA

Diretto dal mauritano Abderrahmane Sissako e scritto dal regista con Kessen Tall, Timbuktu racconta la storia di Kidane, un uomo che vive un'esistenza semplice non molto lontano dalla città eponima in compagnia della moglie Satima e della figlia Toya. Giovane ed umile pastore, Kidane è aiutato nella sua attività dal dodicenne Issan ed è lontano dal terrore creato dagli jihadisti al potere quando uccide accidentalmente il pescatore Amidou, andando incontro al destino imposto da giudici improvvisati e artefici di leggi tragiche e assurde. Presentato in concorso al Festival di Cannes 2014, Timbuktu è ispirato a un episodio realmente accaduto, di cui fornisce i dettagli lo stesso Sissako: «Il 29 luglio 2012 ad Aguelhok, una piccola città del Mali occupata da gente al potere proveniente da tutt'altra zona, si è verificato nella quasi totale indifferenza dei mass media e del mondo un crimine orribile: una coppia di trentenni, che vivevano felici con i loro due bambini, è stata lapidata a morte. La loro colpa era quella di non essere sposata. La scena della loro uccisione diffusa via internet è incommentabile per brutalità: la donna morì al primo colpo di pietra mentre l'uomo emise un grido soffocato prima di rimanere in silenzio per sempre. Poco tempo dopo,i due sono stati anche dissotterrati per essere sepolti più lontano.
Aguelhok non è né Damasco né Teheran ma nessuno ha detto niente.

Terza Proiezione:

mercoledì 26 aprile ore 20.45 presso Unisono Jazz Club

"OTHER EUROPA" di Rossella Schillaci

Documentario della vita di rifugiati somali a Torino.

Nel novembre del 2008 circa 300 rifugiati somali e sudanesi occupano una vecchia clinica abbandonata in uno storico quartiere operaio di Torino. La clinica è per loro l'unico rifugio, nonostante l’allacciamento all’energia elettrica sia precario e pericoloso e l’acqua corrente ci sia solo in quelle che erano le vecchie cucine della clinica, una per piano, una per circa 80 persone. Ma i rifugiati sono ben intenzionati a costruirsi qui un’alternativa, impegnandosi in corsi di avviamento al lavoro e nello studio della lingua italiana. Ed è proprio la loro determinazione ad animare gli squallidi e gelidi interni della clinica.

 

6 e 7 Maggio  FESTA DEI POPOLI  -   Campus Tina Merlin

 


la presidente

Michela Marchet